RicordeRai Rai.it
Rai Eri Uno spettacolo in 870 immagini, che raccontano la nostra memoria personale e collettiva. Questa è l'Italia della radio e della televisione. Dal 1924 al 2004, attra- Rai Teche
verso gli occhi della Rai, la sequenza dei momenti belli, brutti, divertenti, amari, per capire come la comunicazione dei suoni e delle immagini ha cambiato la nostra vita. Un grande album da custodire, regalare, assaporare fra sorprese e ricordi. RicordeRai è un volume di 530 pagine, edito da Rai Eri e disponibile nelle principali librerie d'Italia al prezzo di 50.00 Euro. Gli autori sono Barbara Scaramucci e Claudio Ferretti, ricerca iconografica Chiara Antonelli, grafica Franco De Vecchis, realizzazione WEB e CD Massimo Fontanelli. Per ogni anno di RicordeRai, qui potete trovare una selezione delle fotografie pubblicate nel libro, un appetitoso antipasto per il piatto forte che troverete in libreria. Per saperne di più scriveteci.
Cerca
Cancella
La ricerca dei materiali è possibile per parole e percorsi tematici, attivabili dai pull-down della form di ricerca. Le foto sono suddivise in periodi e generi: è quindi possibile eseguire ricerche anche senza immettere parole chiave. Per iniziare suggeriamo però di usare le ricerche predefinite, attivabili dal link Segui i percorsi scelti da RicordeRai. Se usate parole dovrete seguire alcune semplici regole.
1961 Kramer e la sua fisarmonica
A Studio uno non sara' della partita. Ma la vera anima di Giardino d'inverno e' lui: Gorni Kramer, qui impegnato in un duetto con se stesso alla fisarmonica, in uno dei primi giochi elettronici del mixer.
1997 Don Milani, il priore di Barbiana
Ancora una grande interpretazione di Sergio Castellitto per una fiction di alto valore sociale e culturale, Don Milani, il priore di Barbiana. Il racconto in due puntate della vita dell'autore di Lettera a una professoressa,
1961 Il caso Mauritius
Lo sceneggiato dell'anno e' Il caso Mauritius. Un'altra regia di Majano, partendo da un romanzo di Jakob Wassermann.
1992 Milano, Italia
Milano, Italia e' di fatto il secondo ciclo di Profondo nord, con alcuni assestamenti che ne determinano il successo. Il programma, ideato da Nino Criscenti e condotto nelle prime stagioni da Gad Lerner, poi da Gianni Riotta e da Enrico Deaglio,
CopyRight